Assegno per il nucleo familiare numeroso (Legge 448/98)

Data:
18 Ottobre 2019

COS'E' L'ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE:
E' una misura di sostegno economico a favore delle famiglie numerose nelle quali vi siano almeno 3 figli minori.

CHI HA DIRITTO ALL'ASSEGNO

  • Il Cittadino italiano
  • il Cittadino comunitario
  • il Cittadino di stati extra europei in possesso di carta di soggiorno CE di lungo periodo o del diritto di soggiorno permanente
  • il Cittadino rifugiato politico, i familiari e superstiti, Art. 27 del D.lgs. n. 251/07 che ha recepito la Direttiva 2004/83/CE (art. 28), ma anche artt. 2 e 4 Reg. CE 883/2004;
  • il Cittadino apolide, i familiari e superstiti, Artt. 2 e 4 Reg. CE 883/2004;
  • il Cittadino titolare della protezione sussidiaria, Art. 27 del D.lgs. n. 251/07, che ha recepito la direttiva 2004/83/CE (art. 28);
  • il Cittadino che abbia soggiornato legalmente in almeno 2 stati membri, i familiari e superstiti, Art. 1 Reg. UE 1231/2010;
  • il Cittadino familiare del cittadino dell’Unione e del cittadino Italiano, Art.19 e Art. 23 D.lgs. 30/2007, che ha recepito la direttiva 2004/38/CE (art. 24);
  • il Cittadino familiare di cittadini italiani, dell'Unione e soggiornanti di lungo periodo che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, Art.13 legge 97/2013 in attuazione della Direttiva 2003/109/CE; chiarimenti nella Circolare Inps n. 5 del 15/01/2014; Direttiva 98/2011 e Dlgs. 40/2014;
  • il Cittadino titolare del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo Art. 65 Legge n. 448/1998 modificato dall’art. 13 Legge n. 97/2013 e art. 11 Direttiva 2003/109/CE; art. 74 D.lgs. 151/2001;
  • i Cittadini / lavoratori di Marocco, Tunisia, Algeria e Turchia e familiari - Accordi Euromediterranei;
  • il Cittadino titolare del permesso unico per lavoro o con autorizzazione al lavoro e i familiari e superstiti, ad eccezione delle categorie espressamente escluse dal D.lgs. 40/2014.Art. 12 c. 1 lett. e) della Direttiva 2011/98/UE, salvo quanto previsto dall'art. 1 c. 1 lett. b) Dlgs. 40/2014 di attuazione della direttiva.

Per avere diritto inoltre è necessario:
- avere la residenza in uno dei comuni facenti parte l'Unione Terra di Mezzo (Cadelbosco di Sopra, Bagnolo in Piano, Castelnovo di Sotto)
- avere almeno 3 figli minorenni, propri o del coniuge o in affidamento adottivo o preadottivo;
- disporre di un'attestazione ISE-ISEE in corso di validità del nucleo familiare necessaria per certificare la situazione economica del nucleo  familiare che non deve superare un preciso l'importo che viene stabilito annualmente;
Per lo stesso nucleo si può inoltrare una sola domanda.

DOVE SI RITIRA IL MODULO DI RICHIESTA
Il modulo di richiesta è allegato nell'apposito riquadro della presente pagina.
 
A CHI BISOGNA FARE LA DOMANDA
I cittadini residenti nel territorio dell'Unione Terra di Mezzo devono inotrare la domanda allo Sportello Sociale.
La domanda dovrà essere presentata entro il 31 Gennaio dell'anno successivo a quello per il quale si inoltra richiesta di contributo (esempio: la richiesta di contributo per il 2018 può essere presentata entro il 31 gennaio del 2019).
Nella domanda andrà dichiarato il giorno dal quale nel nucleo vi sono 3 figli minori (es: i 3 figli minori sono presenti dal 1° luglio 2001 oppure dal 1° febbraio 2001, ecc..).

PAGAMENTO DELL'ASSEGNO
L'assegno viene concesso dal Comune ed è corrisposto dall'INPS.

CONTROLLI
I Comuni effettueranno controlli sulla composizione del nucleo e sulla situazione economica, anche rivolgendosi al Ministero delle Finanze: la Guardia di Finanza potrà verificare il patrimonio mobiliare presso i gestori (banche, posta, ecc..)

Allegati

Ultimo aggiornamento

Giovedi 19 Novembre 2020